fbpx

Attirare clienti su LinkedIn: 3 segreti per trovarli subito

Valentina Vandilli
LinkedIn Expert
Ph. Bruce Mars

Più della metà delle aziende b2b trova ogni giorno i suoi clienti grazie a LinkedIn. Questo, grazie alle caratteristiche della piattaforma, che possiede un ricco potenziale di connessioni e la possibilità di selezionare accuratamente la propria audience.

Attirare clienti su LinkedIn è quindi una strategia che devi necessariamente inserire nel tuo business plan. Naturalmente, non puoi limitarti a creare un profilo e attendere che centinaia di clienti ti contattino per ricevere i tuoi servizi.

È necessario mettere in atto una serie di azioni ben calcolate e costanti nel tempo, utilizzando questi tre segreti per decollare subito su LinkedIn.

Potenzia il profilo LinkedIn

Partiamo da un assunto fondamentale ma troppo spesso sottovalutato. Il tuo profilo, che sia personale o aziendale, non è un CV né un riassunto autobiografico.

Consideralo più come una tela bianca per la tua narrazione.
Una pagina dove presentare il tuo storytelling e tratteggiare l’immagine che vorresti imprimere agli altri. Per questo, ti consiglio di dedicare la giusta attenzione a tutte le sezioni del tuo profilo.

Un consiglio sempre valido è quello di utilizzare le tue keywords ripetutamente.

  • quali parole ti rappresentano?
  • quali ricerche vorresti comparire per primo su Google?

Occhio anche all’headline.
Hai 220 caratteri a disposizione per attirare l’attenzione dei tuoi clienti su LinkedIn: ecco perché è fondamentale, come approfondiremo più avanti, conoscere a fondo il proprio target per far colpo su di lui.

Impara anche a sfruttare gli endorsement e le conferme di competenza dei tuoi collegamenti: una sorta di “sezione feedback” del tuo profilo che potrebbe aprirti strade a nuove connessioni.

Quando parlo di profilo non mi riferisco solo alla pagina di presentazione del tuo account. Un’attenzione strategica andrebbe riposta anche nelle azioni che il nostro profilo compie sulla piattaforma, acquisendo così notorietà e autorevolezza nella community di LinkedIn.

Cura quindi anche il tuo feed, senza esagerare quantitativamente (un post al giorno è sufficiente) e scegliendo accuratamente i contenuti. Raccontati, pubblica storie interessanti o attira l’attenzione dei tuoi leads.

Allo stesso tempo, partecipa alla conversazione online, commentando, leggendo e condividendo i post della tua rete.

O, ancora meglio, dei gruppi dei quali fai parte. A proposito: sapevi che puoi inviare messaggi privati su LinkedIn non solo alle tue connessioni di primo grado, ma anche ai membri dei gruppi ai quali appartieni?

In questo modo ti sarà facile trovare un terreno comune di comunicazione e scambio.

Scegli il Target giusto per te

Attirare clienti su LinkedIn significa innanzitutto parlare alle persone giuste.
Ricordati sempre di individuare un target il più preciso e definito possibile.

Traccia un identikit del tuo cliente ideale:

  • qual è la sua posizione?
  • quali sono i suoi interessi?
  • di cosa ha bisogno?

Prima di fare qualsiasi mossa, assicurati di aver ben chiaro in mente a chi rivolgerti.

Considera LinkedIn come un ricchissimo database.
Non limitarti a setacciarlo alla ricerca della tua audience: utilizzalo anche per studiare i comportamenti, le intenzioni e le necessità dei tuoi potenziali clienti.

Per farlo, impara anche a beneficiare degli strumenti della piattaforma.

Dalla ricerca avanzata per specifici profili professionali al catch up con le discussioni del giorno nei gruppi e con gli hashtag di riferimento della tua audience.

Tip: lavora sulla raccolta di clienti con una “ricerca complessa”.
Imposta i tuoi filtri, comprendendo tutte le caratteristiche fondamentali di un tuo potenziale cliente ed escludendo i soggetti incompatibili.

La fretta è nemica di ogni strategia marketing.
Fretta nel creare il proprio profilo, fretta nel selezionare l’audience giusta, fretta nel chiudere contratti.
Niente di più sbagliato!
La fiducia cui auspichi arriva con il tempo, oltre che con il giusto approccio.

Una volta individuato un cliente potenzialmente in target, cerca di instaurare un rapporto aperto e alla pari con lui. Apri dialoghi, condividi contenuti e lascia che percepisca il tuo valore.

Una volta che sarai riuscito ad attirare clienti su LinkedIn, potrai cominciare a chiedere un contatto email o un appuntamento.
Ricorda, però, che per alcuni leads questo processo di corteggiamento può durare pochi messaggi oppure dei mesi in condizioni particolari (bandi di concorsi e simili).

Magari il cliente è effettivamente interessato ai tuoi servizi, ma non ne ha bisogno adesso. Oppure è ancora vincolato da un contratto precedente e non può cambiare le carte in tavola.

L’importante è che tu sappia mantenere, nel tempo, uno scambio che faccia emergere il tuo valore e il tuo potenziale. Raggiunto questo obiettivo, saranno loro a cercare te.

Qui sotto trovi l’immagine del motore di ricerca LinkedIn che ti permetterà di cercare il tuo target in base agli elementi che avrai individuato nella tua strategia.

target-linkedin-italia-clienti

Contenuti scritti per i tuoi clienti

Quando pensiamo ad un articolo, ci viene in mente subito ciò che piace a noi e non riusciamo quasi mai a orientare il nostro pensiero a ciò che dovrebbe piacere al nostro target di riferimento, quindi i nostri futuri clienti.

Avere ben chiaro il target che leggerà quel singolo articolo, ci permette di orientare i contenuti, evidenziare le leve del dolore, descrivere esattamente il processo che può portarlo alla risoluzione del suo problema.

Parlare in modo tecnico non è sempre la scelta giusta, anche se ci riferiamo ad un target di tecnici.
Saper coinvolgere emotivamente il lettore, che sicuramente avrà dei problemi da risolvere, è l’elemento fondamentale in qualsiasi contenuto che andiamo a distribuire i nostri clienti. 

Parlare ad un pubblico che deve cambiare le gomme della propria auto può essere motivo se paragoniamo la sicurezza che il nostro prodotto può dare a quella di un genitore che deve portare su un’auto sicura il proprio figlio a scuola.

Basta andare a vedere le pubblicità dei grandi brand di automotive per capire che l’emozione è l’elemento fondamentale di ogni comunicazione di advertising.

Quindi dovrai impostare molto bene il target e fare mente locale quando scriverai o farai scrivere degli articoli per il tuo blog aziendale da utilizzare sulla tua pagina aziendale LinkedIn come elemento di conversione.

Per conversione intendo la possibilità di cliccare sul post pubblicato su LinkedIn e andare a finire sul tuo sito web, dove avrai debitamente creato degli strumenti per raccogliere le e-mail o altri dati dei tuoi visitatori per poterle trasformare in un appuntamento commerciale.


Ricevi gli aggiornamenti su questo blog

SEGUIMI sui SOCIAL

Copyright Valentina Vandilli -  Tutti i diritti sono riservati - P.IVA: IT 12694421004