Il bene più prezioso è la tua rete di persone

“Chiamatelo clan, chiamatela rete sociale, chiamatela tribù, chiamatela famiglia. Comunque la chiamiate, chiunque siate, ne avete bisogno.
(Jane Howard)”

Come creare la nostra rete di persone?

Partiamo dal presupposto che per creare una rete, dobbiamo dare e non possiamo solamente ricevere.

C’è una teoria che si chiama Utility, spiegata benissimo nel libro di Jay Baer “Youtility: Why Smart Marketing Is about Help Not Hype”, racconta come sul Web se io do qualcosa a te, tu dai qualcosa a me.

Il dare fornisce una leva importantissima per ricevere qualcosa in cambio, facciamo l’esempio sul mio sito del mio PDF gratuito, in cambio tu mi lasci i tuoi dati e io posso inviarti delle informazioni, sconti, opportunità e formazione gratuita.

A cosa serve creare fiducia con chi ci legge?
Immaginiamo quando andiamo al bar, lo scegliamo perché sappiamo che ci farà un buon caffè e questo è un rapporto di fiducia, quando scegliamo un prodotto il primo fattore non è sempre il prezzo.

Facciamo l’esempio più lampante: Amazon.

Sai perché compriamo su Amazon invece di comprare su molte altre piattaforme che permettono di pagare di meno?
Lo facciamo per due motivi: il primo è la logistica perché ha il sistema più potente del mondo, il secondo perché ha un’assistenza clienti che ispira fiducia, visto che ha dimostrato nel tempo di essere ben organizzata.

Per creare fiducia non basta solo scrivere dei testi o fare dei video, bisogna anche far trasparire l’umanità, cosa c’è dietro di noi, immagina di dover spiegare ad una persona di cosa ti occupi, gli diresti che la tua missione più alta e quella di aiutare le persone?
Credo di no, diresti solo che fai l’idraulico o la docente universitaria.

Per creare una rete che ci riconosce dobbiamo saper spiegare chi siamo, che missione più alta abbiamo, per fare questo dobbiamo essere coscienti del nostro Valore Unico.

Il caso Rummo

Prendiamo il caso Rummo, il pastificio che colpito da un’alluvione nel 2015 ha chiesto aiuto ai suoi fan, in quel caso la rete dei lavoratori del Web (Social Media Manager, Agenzie ecc..) ha preso a cuore questa situazione, aiutando attraverso condivisioni e supporto alla pagina Facebook del brand.

“In due anni l’azienda ha registrato una ripresa economica importante: nel 2016 dichiara di aver raggiunto con il brand Rummo una crescita di fatturato del 58%”  – Il Sole 24 Ore.

Rummo ha avuto l’intelligenza di chiedere aiuto alla sua rete di clienti attraverso i social, arrivando a far parlare di sé a livello nazionale.

La rete di persone è qualcosa che rimane, i fan possono scomparire, se la alimentiamo creando contenuti che raccontino di noi nel modo e luogo giusto, riusciremo ad attrarre chi condivide i nostri valori ed esperienze, arrivando a fidarsi di noi.

Esercitati subito

Prendi un foglio di carta e comincia a scrivere delle parole, un elenco che possa ricordarti chi sei, come vorresti che i tuoi prodotti e servizi cambiassero la vita delle persone.
Quelle parole diventeranno gli argomenti del tuo calendario editoriale.

Prova a registrarti con il tuo cellulare, ascoltati, emozionati e prendi appunti.
Comincia a creare la tua comunicazione, comincia a dire alla tua rete che sei li ad aspettarli.

Se vuoi sviluppare il tuo business e creare una rete solida che genera clienti, approfitta del -50% per il Black Friday sul mio corso di strategie LinkedIn.

A presto!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

SEGUIMI NEI SOCIAL

(+39) 340.31.39.720 VALENTINA@VANDILLI.IT - P.IVA: IT 12694421004