fbpx

Esagera sempre! Storia di una che credeva di non farcela

Sei stupida, ma guarda da dove vieni, non potrai mai stare in quell’ambiente, sei troppo bassa non riuscirai mai ad arrivare dove vuoi.

Quante me ne hanno dette e quante te ne hanno dette anche a te?
Ho sempre sentito un fuoco dentro, mio padre lo chiama “la molla” che scatta all’improvviso, che mi fa fare cose esagerate, d’altronde il mio motto è “Esagera sempre: in positivo o in negativo, riuscirai in ogni caso ad ottenere quello che vuoi”.

Studia tanto, mangia sempre quello che ti fa stare bene, grida ad alta voce quando stai male, piangi tanto quando vuoi liberarti.

Sono solo degli esempi, cerca di capire il significato sottile dell’esagerare.

Guardati indietro, immagina il punto in cui sei ora, renditi conto della tua vita in modo realistico, sarà dura ma solo così potrai capire se ti va bene o meno.
Io tante volte ho fatto questo ragionamento ed ho dovuto prendere delle scelte dolorose.
Solo chi ha coraggio sa soffrire, gli altri si illudono in un mondo senza dolore.

Soffrire non è un merito, è una parte della vita che prima o poi arriva.

Siamo tutti alchimisti, se vogliamo possiamo trasformare il letame in oro, oppure tenercelo così com’è.

Non bisogna fare grandi imprese, basterebbe riuscire a fare un lavoro che ci fa sentire bene, oppure avere una relazione che ci mette in una condizione di benessere psicologico, ci fa sentire amati e rispettati.

I risultati arrivano se ci metti la testa non se fai sempre la stessa cosa per tanto tempo, chi mi dice che è 20 anni che lavora nel settore mi fa capire che non ha nulla di meglio da evidenziare di se stesso.

Chi si conosce, sa esattamente quanto ha dato e quanto potrebbe dare se migliorasse ancora di più.

È solo grazie ai miei genitori che non sono diventata stupida quando qualcuno me lo diceva continuamente a scuola, oppure quando a 27 anni ho cantato davanti a 400 persone in una chiesa senza ascoltare la maestra di canto che mi accusava di essere stonata.
È grazie a mia madre se mi sono saputa difendere contro un mostro e grazie a mio padre che ho imparato a non subire chi mi voleva picchiare in classe.

Ti lascio con un ricordo: fin dai 9 anni saltavo per raggiungere la cornice della porta della mia camera, che per me idealmente era la rete del campo di pallavolo.
Inizialmente vista la mia statura (oggi 158 cm), non riuscivo nemmeno a toccarla.
Una volta toccata una volta, cominciai ad attaccarmi dello scotch sulle dita, per vedere ogni mattina il risultato del giorno precedente.
Arrivai a saltare 51 cm da terra, riuscivo a murare le schiacciate (solo quelle rade alla rete) e un muro fu la chiave dell’esito positivo di un provino in una delle migliori squadre di pallavolo romane dell’epoca.

Se guardo indietro, ogni esagerazione mi ha guidata ad un gradino più alto, verso la felicità.

PS.  devo ringraziare Carlotta Silvestrini che mi ha dato la forza di scrivere questo post attraverso la sua storia di vita e anni fa mi ha fatto comprendere che LinkedIn poteva fare la differenza.

Grazie anche a Gabriele Bani, il mio Coach che mi ha donato il motto “esagera sempre”.

PPS. quella in foto che salta sono io!

Esagera sempre!


P.S. Vuoi davvero a trovare più clienti?
Iscriviti subito al Webinar Sblocca Clienti con LinkedIn.
Comunica chi sei e cosa vuoi, attraverso il tuo profilo LinkedIn, e scopri tutte le strategie per ottenere visibilità per il tuo Personal Branding.

Vuoi provare gratis? Accedi subito al video gratuito



Indice dei contenuti

Contattami


Valentina Vandilli

Valentina è la LinkedIn Trainer che ha creato LinkedIn Formula il metodo n° 1 per l'acquisizione clienti online con LinkedIn, formatrice e consulente per freelance e aziende.

Comment

  • patrizia naccari

    Meriti tutto quello che di bello e buono c’è al mondo non perchè sei mia figlia ma, perchè sei una bella e buona persona siamo molto orgogliosi di te baci mamma e papà

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

SEGUIMI sui SOCIAL

Copyright Valentina Vandilli (2019) -  Tutti i diritti sono riservati - P.IVA: IT 12694421004