fbpx

LinkedIn per aziende: come funziona il marketing su questo social?

Valentina Vandilli
LinkedIn Expert
Ph. Bruce Mars

Chi pensa che LinkedIn sia utile solo per i professionisti in cerca di lavoro non ha colto la vera natura di questo social. Lo scopo attorno al quale ruota questa piattaforma è la creazione di collegamenti.

Che siano nuovi rapporti di lavoro, raccolta di leads, conversione in clienti, contatti per il b2b e così via.

Ecco perché è importantissimo, per un’impresa, sfruttare al massimo il potenziale comunicativo di questo social network, ricavandone un ottimo strumento di marketing.

Come funziona LinkedIn per le aziende

Quali sono i punti centrali da inserire nella tua strategia aziendale?

Grandi e piccole imprese possono ricavare molto da una curata gestione delle pagine aziendali di LinkedIn.

In termini di contatti, di potenziali clienti e, quindi, di soldi. Ma anche nell’ottica di instaurare una relazione curiosa e aperta nei confronti delle possibilità offerte dal mercato, imparando a scegliere accuratamente e gestire i propri fornitori.

Il primo imperativo è banale ma essenziale per una gestione strategica di LinkedIn: controlla il tuo feed.

Altro che scroll perditempo: questo ti aiuterà a conoscere i tuoi potenziali clienti, i tuoi competitor, le novità del mercato. Una sorta di aggiornamento quotidiano per rimanere sempre vigili.

Un buon osservatore non si limiterà a individuare le tendenze ma, col tempo, imparerà ad annusarle nell’aria prima ancora che esplodano. Ecco perché devi allenare il tuo sguardo.

Il feed di LinkedIn dovrebbe essere regolato da un algoritmo che seleziona le persone della tua rete con le quali hai interagito e gli argomenti per i quali hai mostrato interesse.

La sua selezione può anche non corrispondere al tuo reale sistema di valori, perché a volte siamo noi stessi a mandare dei segnali contrastanti al social network.

Ad esempio, non fornendogli informazioni adeguate sui nostri gusti.

In ogni caso, è fondamentale per un’azienda saper targettizzare la propria rete. Le pagine aziendali LinkedIn dovrebbero curare con attenzione questo aspetto, perché dal semplice feed generato dall’algoritmo si ricava una preziosissima finestra sul mondo.

linkedin feed notizie aziende

Gli strumenti per le aziende di LinkedIn

Per tenere d’occhio le tendenze ti suggerisco inoltre di sfruttare altre possibilità offerte alle pagine aziendali di LinkedIn. Innanzitutto, le Ads.

Non limitarti a programmarle, ma presta attenzione anche quelle degli altri.

Se un post sponsorizzato compare nel tuo feed, vuol dire che rientri nella targettizzazione di un brand, professionista o competitor.

Leggi fra le righe dei contenuti che vedi e ricavane strategie utili e informazioni interessanti che potresti applicare al tuo business o, invece, ribaltare.

È anche per questo che è importantissimo avere LinkedIn per le aziende.

Esempio di pubblicità su LinkedIn

Esempio di pubblicità su LinkedIn

Tieni sempre d’occhio le statistiche e i dati relativi alle visite che il tuo profilo (o meglio, la tua pagina aziendale di LinkedIn) ha ricevuto.

Ricorda che avrai bisogno dell’upgrade a Premium per visualizzare oltre le ultime 5 visite ricevute. Monitorizza costantemente anche il rendimento dei tuoi post, chiedendoti:

Ho attirato l’attenzione delle persone che volevo?

    • Se no, cosa devo cambiare per raggiungere il mio target?

Ricevi gli aggiornamenti su questo blog

SEGUIMI sui SOCIAL

Copyright Valentina Vandilli -  Tutti i diritti sono riservati - P.IVA: IT 12694421004