fbpx

“C’è chi ha paura del cambiamento
e chi muore se non cambia.
Io appartengo alla seconda specie, quella umana.”

– Valentina Vandilli –

Valentina Vandilli corso LinkedIn

Come ho cominciato

I miei obiettivi

Esagera sempre, smettila di sognare, finiscila di enfatizzare ogni cosa e cerca di essere “normale”.
Questa ricerca della normalità la capisco, la provo a volte, poi mi riprendo e cerco il focus, quello che mi porta a migliorare come persona e non come essere che deve somigliare a qualcun’altro.

Quando scelsi di frequentare il liceo artistico, mio padre non fu contento, anche se lui a sua volta era un artista. Forse proprio per le difficoltà che questa categoria ha sempre dovuto affrontare voleva proteggermi da me stessa, cosa impossibile ma comprensibile per la mente di un genitore.

Per una serie di peripezie dettate dal mio voler esagerare sempre (unito alla mia naturale impossibilità di accettare ingiustizie), non riuscii a prendere una borsa di studio per un corso di grafica web, ma alla fine riuscii a formarmi come Web Project Manager facendo uno stage in una delle più prestigiose Web Factory dell’epoca (Unicity Online).

Julius van de Laar consulente della campagna "Yes we can" per Barack Obama

Il difficile mondo del Web

La gavetta (nella foto Julius van de Laar consulente della campagna “Yes we can” per Barack Obama)

Ma di Web ne sapevo già qualcosa perché era da quando avevo 20 anni, che realizzavo siti web in HTML, mi ricordo che ero conosciuta per la mia pulizia di codice, mentre tutti cercavano scorciatoie utilizzando programmi che lo sporcavano, io esageravo rendendolo il più pulito e lineare possibile.

In quegli anni di gavetta feci molti lavori, ne ho contati 8 diversi, ma l’atteggiamento era lo stesso: cercare di migliorarmi sempre.
Passando da un’azienda all’altra imparai a fare molte cose, fino ad arrivare all’utilizzo dei Social Media e quando arrivò la mia occasione, non persi tempo per sperimentare nuove strategie nell’ultima azienda dove ho lavorato come dipendente. 

I risultati non tardarono ad arrivare,
questo mi diede lo slancio per aprire la mia attività, non mi bastava più lavorare per un cliente alla volta, volevo viaggiare, muovermi, creare, conoscere, ma sopratutto fare rete.

digitale rosa rimini valentina vandilli

Da sola non vai da nessuna parte

Reti di business (nella foto le speaker di Digitale Rosa evento a Rimini)

Il mio obiettivo ora era creare una rete di business attorno a me, ma non mi conosceva nessuno, ero sola in una metropoli famosa per essere alienante, Roma. Cominciai ad utilizzare LinkedIn, mi informai, studiai, sperimentai. Volevo trovare un sistema per trovare clienti con un flusso continuo.

Sapevo che le relazioni umane off-line non erano il mio forte e decisi di formarmi, imparando le regole del Marketing Relazionale. Ma non avevo esperienza sul campo e decisi di partecipare a molti eventi di networking, così facendo capii cosa volesse dire unire il Web con la vita reale.

Bene, avevo tutte la carte giuste sul mio tavolo, mancava un protocollo aziendale per creare il flusso di clienti.
Come prima cosa suddivisi i miei contatti in categorie e cominciai a chiedere loro se conoscevano altre persone interessate ai miei servizi, poi man mano che i clienti arrivavano, chiesi anche a loro di fare la stessa cosa.

LinkedIn Formula LinkedIn

Il passaparola è morto

Evviva il passaparola (in foto il mio libro LinkedIn Formula)

Adesso mi dirai: “ma Valentina questo si chiama passaparola!”, esatto ma a differenza di chi sparge la voce e aspetta che arrivino i risultati come per miracolo, io mi ero organizzata diversamente: controllavo il flusso di chi mi portava clienti e di chi poteva o voleva aiutarmi in qualche modo. Stavo mappando la mia rete.

Questa tecnica è molto utile anche quando devi decidere quali amici allontanare e quali tenere vicino, in quale città vivere e quali scelte fare.
Io scelsi di andare via da Roma per venire nelle Marche, una vita migliore, rapporti umani di qualità e tanto tempo in più per vivere (no traffico, no stress, tanto verde, cibo buono, vita felice).

Nel frattempo la mia passione per il palco cresceva, la mia visibilità di settore anche, ma volevo di più.
Cominciai a strutturare meglio i miei live, a studiare public speaking, a migliorare i miei video.

Ad oggi ho oltre 300 clienti che hanno scelto di frequentare i miei corsi on-line o di chiedermi una consulenza per creare un protocollo di acquisizione clienti attraverso i social media, le chat e nello specifico LinekdIn.

Ho scritto tre libri di cui due su LinkedIn, uno dedicato agli studenti (acquistabile qui) e uno per gli imprenditori (acquistabile qui).

La mia mission è far si che le persone non si sentano sole, attraverso la creazione di reti che le rendano felici.

Iniziamo a conoscerci,  scrivimi adesso e raccontami di cosa si occupa la tua azienda.

I miei attestati e riconoscimenti

  • Diploma Grafica Pubblicitaria

  • Attestato Web Project Manager

  • Premio Macchianera come miglior aggregator blog Italiano 2004 per Blog-Show.com

  • Attestato Certified Referral Asentiv

  • Hootsuite Platform Certification

Le mie docenze

  • Università di Macerata
  • Campus Bio-medico di Roma
  • Università e Nobil Collegio degli Orefici: S. Eligio
  • ISIA Design Firenze
  • Europa Cube Innovation Business School
  • Camera di commercio di Reggio Emilia
  • Confartigianato di Forlì
  • Confsalform

I miei interventi Live

  • OSA community – di Mirko Gasparotto
  • Autorevolezza Live Valerio.it
  • Digitale Rosa – La Notte Rosa di Rimini
  • Maximum Authority – Torino
  • Evento 4 Man Consulting

Scrivimi per conoscerci meglio

SEGUIMI sui SOCIAL

Copyright Valentina Vandilli -  Tutti i diritti sono riservati - P.IVA: IT 12694421004